Home Viaggi Ecco perchè dovresti valutare un viaggio in Crociera

Ecco perchè dovresti valutare un viaggio in Crociera

191
0
ecco perche valutare la crociera

PERCHÈ VIAGGIARE IN CROCIERA

Ci si divide tra favorevoli e contrari, entusiasti e scontenti, soddisfatti e delusi. Le vacanze in crociera animano le discussioni tra amici, le diatribe in famiglia e in coppia, si stilano liste di pro e contro “vedi, la mia è più lunga della tua quindi ho ragione io!”. C’è chi le adora e chi preferirebbe piuttosto scalare la vetta del Monte Bianco saltando su una gamba sola. 

Proviamo a fare chiarezza e a sfatare qualcuno dei più comuni pregiudizi sulle crociere:

  • È roba solo per ricchi… dipende. Ovvio che la suite vista mare sul ponte più alto della nave costerà molto, ma ci sono opzioni a prezzi più abbordabili come ad esempio scegliere di partire in periodi di bassa stagione. Per le famiglie con bambini la crociera può persino risultare conveniente perché molto spesso i minori viaggiano gratis o pagano molto poco. Non va inoltre dimenticato che le cabine di una nave sono tantissime e, avvicinandosi alla data di partenza, non è raro trovare delle ottime offerte last minute da cogliere al volo.

A bordo le tentazioni di spesa tra shopping in lussuose boutique e giochi al casinò sono tante, e il sistema di addebito sulla tessera della cabina rischia di far perdere il controllo del portafogli. Ma anche qui ci sono accorgimenti da adottare per evitare di dover saldare un conto salato a fine viaggio. È infatti sempre possibile fare un check delle spese attraverso il televisore in cabina e regolarsi di conseguenza. 

  • È un genere di vacanza total-relax per anziani…falso. Le proposte di svago su una nave sono pensate davvero per tutti, dai bambini agli anziani, dagli spiriti sportivi, a quelli pigri, dai dinamici, agli avventurosi, ai romantici e persino ai solitari che possono sedersi a contemplare il mare e il sole che scende all’orizzonte. Il target è quindi assolutamente trasversale.
  • Si soffre il mal di mare…falso. Le navi sono talmente grandi, degli autentici condomini galleggianti, che il dondolio neanche si percepisce a meno che non incappiate in un mare particolarmente burrascoso, ma non è certo la norma. Se si vuole avere qualche garanzia in più basta scegliere le cabine in basso dove il movimento si avverte ancora meno.

In realtà la crociera è un viaggio che andrebbe provato almeno una volta. C’è da dire che anni fa l’attrazione principale era proprio la vita sulla nave, un mito alimentato, per i più grandicelli, da famose serie televisive come “Love Boat”. Alcuni eventi mondani restano il punto forte come l’aperitivo con il capitano, la cena di gala in abito formale, la festa in maschera e il buffet dei dolci di mezzanotte. Dei veri must che non sono mai tramontati e conservano intatto il loro fascino.

Ma i gusti e le esigenze dei viaggiatori sono molto cambiati negli anni e le compagnie di navigazione si sono adeguate alle nuove tendenze del mercato. Hanno variato e diversificato l’offerta cercando di dare sempre più valore all’esperienza che il cliente vive a bordo. Si può dire che c’è una sorta di gara a chi riesce a stupire e sorprendere di più l’ospite, lasciandolo letteralmente a bocca aperta. 

Grande attenzione è rivolta al target famiglie, che rappresenta un segmento di mercato importante. La nave Costa Diadema ha dedicato ai bimbi un intero ponte con un castello e il galeone dei pirati. Sulle navi MSC Opera e MSC Meraviglia sono state create aree giochi in collaborazione con le aziende Lego e Chicco. 

Ci sono miniclub per intrattenere i piccoli e dare la possibilità ai genitori di godersi in modo spensierato la vacanza. 

Sulle moderne navi da crociera si trova davvero di tutto, persino l’impensabile. 

La MSC Meraviglia ha un’esclusiva galleria di quasi 100 metri con boutique, eleganti ristoranti, zone relax e di socializzazione, spettacoli serali con gli artisti del Cirque du Soleil. 

La nave MSC Seaside è stata progettata in modo innovativo unendo aree interne ed esterne con strutture in vetro capaci di creare un tutt’uno con il mare e regalare scenari indimenticabili. Sulla Oasis of the Sea della Royal Carribean si può rotolare dentro l’acquascivolo più alto del mare e divertirsi in spazi interattivi per bimbi e ragazzi. La Symphony of the Seas, sempre della Royal Carribean, è la nave da crociera più grande del mondo dove tutto è semplicemente strabiliante. Questo giusto per citare qualche esempio.

Servizi aggiuntivi sono pensati per rendere l’esperienza del cliente sempre più facile e confortevole come MyCosta attraverso cui si fa il web check-in all’imbarco o si personalizza la vacanza prenotando, comodamente e in anticipo, tutta una serie di servizi che verranno pagati a bordo. 

Un capitolo a parte spetta al cibo, un’esperienza nell’esperienza. 

Diciamo che la crociera non è amica della dieta perché l’offerta gastronomica è davvero irresistibile. La scelta è ampissima e va dalla cucina internazionale alle specialità dei diversi luoghi di sbarco, il cibo quindi come veicolo di conoscenza delle culture che si stanno visitando.

Un occhio di riguardo è riservato anche a chi ha esigenze particolari come vegetariani e celiaci. La giornata inizia con lauti buffet a colazione e altrettanto opulenti buffet a pranzo. La cena invece è servita a tavola à la carte con menù stellati. E poi spuntini, merende, drink, frullati, gelati, bar e pizzerie dislocati un po’ ovunque rappresentano una tentazione continua. In vacanza ci si concede qualche stravizio con più leggerezza e, se proprio dovessero assalire i sensi di colpa, non mancano centri benessere, palestre attrezzate, idromassaggi, piscine, aree termali e aree attrezzate per tanti sport. Insomma, il modo per bruciare le calorie in eccesso non manca. 

Se invece in vacanza si preferisce mettere il cervello in modalità stand-by e delegare ogni cosa agli altri, la crociera è la scelta perfetta. Tutto è pronto e a disposizione, si è serviti e riveriti, si deve solo scegliere. Il tempo può essere riempito con ogni tipo di emozione, dalla più adrenalinica alla più rilassante.

Ma si può anche scegliere di non fare nulla, prendersi una pausa dal mondo, restare sdraiato al sole a bordo piscina e lasciarsi viziare dallo staff.

viaggiare in crociera

La vita in crociera non ha davvero limiti e non conosce la noia, tanto meno la sera quando si animano i casinò, le discoteche, i lounge-bar, gli spettacoli teatrali o le serate karaoke. C’è una proposta per ogni età e per ogni stato d’animo. Ci si può lanciare a capofitto nella movida o passeggiare lungo un ponte esterno con un cocktail in mano, il vento che scompiglia i capelli mentre si guarda il mare godendo un pieno senso di pace.

In crociera non c’è solo la vita di bordo. Uno degli aspetti più belli è la possibilità di svegliarsi tutti i giorni in un posto diverso senza, tra l’altro, aver fatto e disfatto le valigie ogni volta. Comodo, no? Si naviga di notte, la mattina si attracca in un posto nuovo e si scende per visitarlo. Chi ama farlo in autonomia può decidere di non acquistare l’escursione programmata ma muoversi da solo. Andare a cercare quel ristorantino consigliato dall’amico, un souvenir al mercatino delle pulci o visitare il museo degli orologi a cucù, se è quello che gli va di fare. L’unica cosa da rispettare tassativamente sono gli orari, sia di sbarco che di rientro a bordo. La nave non aspetta i ritardatari, molla l’ancora e parte. Chi c’è, c’è. 

Per alcuni la crociera intorno al mondo è un sogno accarezzato a lungo, la crociera ai caraibi è nella fantasia un po’ di tutti noi. E qualcuno a un certo punto della vita questo sogno decide di trasformarlo in realtà. Allo scoccare della pensione, quando il tempo non manca e magari si è messo via anche un gruzzoletto, in tanti decidono di partire e vivere sempre in vacanza. 

Niente bollette da pagare, al pranzo e alla cena ci pensano gli altri come pure alle pulizie, i momenti di socializzazione non mancano, se si è da soli basta quel tanto di faccia tosta per rompere il ghiaccio e il più è fatto. C’è la sicurezza di avere sempre un medico a bordo anche se è buona norma dotarsi di un’assicurazione medica per ogni evenienza. 

Certo, non è tutto rose e fiori. Le dimensioni di una cabina non sono ampie e bisogna farsele bastare, si sta lontano dai propri affetti, la famiglia diventa il personale di bordo. Ma per chi una famiglia alle spalle non ce l’ha, questa scelta è una valida alternativa alla panchina dei giardinetti sotto casa. 

Ci sono dei super fortunati che si possono permettere crociere costosissime su navi da sogno dove esistono delle aree residenziali con appartamenti che si possono acquistare. Certo, questa è una fortuna riservata a pochi, ma gli over 60 che vanno in crociera sono milioni e le compagnie di navigazione prestano molta attenzione a questo settore in continua crescita, dedicandogli scontistiche specifiche e vantaggi frequent cruiser. Sono nati persino dei Club per crocieristi, il primo è stato fondato nel 2016 e la quota mensile di partecipazione dà accesso a ottimi vantaggi riservati ai soci. 

Che ne dite, avete ancora dei dubbi sulla vacanza in crociera?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here